Gli anni ’70 sono anni di libertà, di trasgressione.
Esplodono la creatività, la voglia di progresso a tutti i costi, l’interesse per i colori dei tessuti fioriti e i jeans a campana.
E’ un decennio dalle tinte forti: si fanno sentire sempre di più la presenza dei media, che entrano di prepotenza nella nostra vita quotidiana.
Gli anni ’70 sono stati anche caratterizzati da un’ondata musicale di tale intensità e creatività che non ha eguali negli ultimi quaranta anni.
Le donne acquistano maggiore consapevolezza di se stesse e si esprimono più liberamente nella moda e nei costumi.
E’ un’annata colta, ideologica, di ristrutturazioni. In arrivo l’ultimo modello della Fiat 500, l’ultima di una gloriosa serie della casa automobilistica torinese.
Hanùl ha voluto reinterpretare le diverse decorazioni molto diffuse sulle grandi pareti delle case di quegli anni, i tessuti dei vestiti, i vari patterns decorativi…
I motivi delle carte da parati diventano ispirazione per borse e bijoux; i vari decori floreali di gonne, camicie e divani vengono ripresi e reinterpretati per dare colore e forma a questa collezione limitata firmata Hanùl.
La donna osa anche stavolta, seppure con semplici decori ma di grande impatto e forza.
I decori sono abbinati alle linee un po’ retrò delle borse scelte appositamente per amalgamarsi con le tematiche scelte e i bijoux sono stravaganti fatti di quadri, cerchi e colori accesi a voler imitare i monili folli della moda del tempo con tocchi di una più che giusta attualità per restare ancorati alla nostra Estate ma regalando in qualche modo quegli attimi di passato che molti ancora vorrebbero rivivere.
Quest’anno si osa, nel 2015 come nel 1970 si ambisce in tutti i campi!

 Buona visione da Hanùl

Scopri tutte le creazioni della collezione